FESTA DELLA REDOSOLA 2018

LA REDOSOLA ASPETTA GRANDI E PICCOLI

LA REDOSOLA DELLO SCORSO ANNO

L'ARRIVO DELLA REDOSOLA A NEBBIU'

PIEVE DI CADORE

Anche se a causa della siccità non è stato possibile accendere i falò per “Brusà la vecia”, nelle frazioni di Pozzale e di Nebbiù l’arrivo della Befana è stata  festeggiato ugualmente.

Nelle due frazioni che tradizionalmente si riuniscono la vigilia dell’Epifania per festeggiare attorno al falò, le associazioni che organizzano questi eventi, hanno deciso di organizzare ugualmente le serate di festa trovando un altro modo di celebrare la ricorrenza. Per quanto riguarda Nebbiù la festa è iniziata alle 18 come al solito nel campetto sotto la chiesa parrocchiale. Nel  programma è stato inserito anche il falò come auspicio affinchè arrivi un po’ di neve che consenta l’accensione del fuoco.  Così non è stato e gli organizzatori , grazie a Celeste De March e Ferruccio Meneghetti, hanno preferito sostituire il falò con il <TRONCO DEL BOSCAIOLO". E' stata comunque una bella festa che ha vistio molti bambini anche di turisti arrivare per festeggiare  l’arrivo della Befana La  Redosola, dopo aver distribuito i doni ai bambini, ha tello  il suo testamento e poi ha lasciato Nebbiù  a bordo di un mezzo speciale non inquinante. Alla partenza della Befana i festeggiamenti si sono trasferiti all’interno della sede della Pro Nebbiù, nell’edifico che una volta era la scuola elementare. Secondo  le previsioni la  presenza è stata più numerosa del solito  perché la possibilità di fare il ponte con la giornata di domenica, ha convinto  molti turisti a restare in Cadore qualche qualche giorno in più. 

 

 

 

TESTAMENTO DELLA REDOSOLA DI NEBBIU’ 2017

 

 

 

Quest'anno sono fortunata perché non c'è neve e non si possono accendere fuochi. Per questi, invece che bruciarmi come al solito, me ne andrò a cavallo di una scopa, come fa la mia collega di Roma dove le Redosole non le bruciano, ma le spediscono con un drone. Ma anche se scomparirò senza essere bruciata, vi lascio lo stesso il mio testamento.

 

 

 

Questo, dunque, è il testamento che la <vècia> Redosola di Nebbiù lascia ai nebludensi ed agli ospiti che frequentano il paese prima di salire sulla scopa magica dalla Pro Nebbiu' preparata per farmi andare dove ci sono le <vece> degli anni scorsi e mi permetterà di di salutare nel miglior modo possibile il 2017, l’anno arrivato da pochi giorni. Comunque visto che tutti avete fretta, leggiamo le mie ultime volontà:

 

Incominciamo con

 

lasciare...alla Pro Nebbiù l'impegno di fare un quadro con la foto di Andrea e Sandra Boscaro insieme agli amici della Bela Stela e appenderla nella sede perché siano ricordati da tutti.

 

 

 

Lascio...a Mario e Giovanni <maestri di Campanoto>

 

una cura dimagrante perché, adesso che si sono ingrassati e non passano più sulla scala perdano almeno 10 chili di peso e salire nuovamente sulle scale del campanile per suonare il Campanoto al prossimo Natale.

 

Lascio....agli amici della Chiesa Vecchia una monetina per tirare a sorte la decisione se fare in legno o pietra il pavimento della Chiesa.

 

 

 

Lascio... ai vigili.urbani dei guanti di velluto per trattare con la Pro Nebbiù.

 

 

 

Lascio... ancora alla Pro Nebbiù un megafono per chiamare la gente alle assemblee visto che

 

neanche con i telefonini riesci a smuoverli.

 

 

 

Lascio ... ai giocatori di carte del Bar -nuova gestione - un orologio rotto così l'ora di chiusura non arriverà mai.e potranno giocare fino a mezzanotte.

 

 

 

Lascio ... a Tiziano un monopattino elettrico che funzioni anche con la neve perché possa attaccare i manifesti.

 

Lascio...a tutte le persone che usano lo smart phone un manico di scopa perché lo infilino nella camicia dietro alla schiena come antidolorifico contro la cervicale che viene a chi tiene la testa piegata per leggere il cellulare.

 

Lascio... a Alice, Margherita, Edi, Alex, Alessandro e ai ragazzi villeggianti un lampione e due pareti di vetro per quando s'incontrano sotto il Bar e non prendano freddo

 

Lascio .. a Agnese un monopattino per andare dalle amiche a Valle in poco tempo.

 

Lascio ... all’elettricista del comune una candela a energia solare perché possa finalmente illuminare tutte le strade, compreso il portone della sede della Pro Nebbiù.

 

 

 

Lascio... ai giovani di Nebbiù e ai loro amici l’impegno di amare il paese. Il paese pulito è più bello! Inoltre renderlo allegro con serate di musica e di cultura da realizzare in sede.

 

 

 

Lascio ... agli operai del comune una mucca e 12 pecore. così potranno eliminare l'erba lungo la strada di Rusecco che non hanno tagliato l'anno scorso.

 

Lascio.... ma nò, basta!!!! È ora di salire sulla scopa magica, che per mia fortuna quest’anno dal tubo di scappamento butta le <fulisse> beneauguranti per fare il 2017 un anno felice e ricco. UN RISULTATO CHE AVRETE SOLO SE VORRETE BENE ANCHE A CHI NON LA PENSA COME VOI E ARRIVA DA UN PAESE LONTANO, COME HA SEMPRE VOLUTO LA REDOSOLA. ADDIO.....

 

 

 

IL TRONCO DEL BOSCAIOLO SOSTITUTO DEL FALO'
Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO