L'ATTESA NELLE CASE E NELLE CHIESE

L'AVVENTO DEL NATALE

BAMBINI E BABBO NATALE

Con l'arrivo nelle parrocchie cadorine di sacerdoti  stabili, riprendono vigore le tradizioni natalizie che in questi ultimi anni erano state accantonate anche nelle famiglie. Intanto, una domanda ricorre spesso: quando inizia il periodo nel quale si deve iniziare a preparare la casa per il Natale? Dalla televisione e dai giornali arrivano già adesso molti messaggi che spingono a comprare gli articoli natalizi per addobbare le nostre case. E' un periodo che va bene per il commercio, ma non per chi vuole prepararsi con la famiglia per accogliere degnamente Gesù Bambino. Per la chiesa e per la tradizione il periodo natalizio inizia con l'Avvento. Quest'anno la prima domenica d'Avvento cade il 1 giorno di dicembre. In qualche casa e in alcune chiese più legate alla tradizione nordica, si accende la prima Candela dell'Avvento. Le altre saranno accese una alla settimana. Da quel giorno nelle parrocchie e nelle case s'inizia la preparazione per attendere il Natale in famiglia. Nelle chiese iniziano le Novene natalizie che quest'anno, alcuni sacerdoti vogliono portare nelle famiglie, dove i parroci invitati dai famigliari, incontreranno le persone della casa e anche gli abitanti delle delle case vicine -sempre che lo desiderino. La Novena natalizia che normalmente viene recitata da sola, dal 17 dicembre farà parte integrante della Santa Messa. Intanto dal giorno di Santa Lucia, avrà iniziato anche a scandire i suoi rintocchi il Campanot, che sarà suonato fino alla vigilia di Natale. Molte le iniziative benefiche, tra le quali c'è il ritorno dell'antica usanza del dono che ogni persona è invitata a fare e che si richiama alla festa di Natale dei pastori che andando alla ricerca di Gesù portavano doni e che è conosciuta come <andiamo con doni a Gelusalemme>. Le messe natalizie ormai ben difficilmente, dato il raggruppamento delle parrocchie, saranno celebrate alla mezzanotte, ma le funzioni inizieranno già nella serata, come quella di Perarolo che sarà seguita dalla processione per mettere nella mangiatoia del presepe il Bambino Gesù. In molte altre parrocchie, come Tai e Nebbiù la Santa Messa di Natale sarà celebrata alle ore 10 della vigilia. Da alcuni anni nelle parrocchie è nata una nuova usanza, che sta diventando una tradizione : il pranzo dell'Epifania. Quasi una esigenza per stabilire un contatto tra i fedeli delle varie parrocchie e che normalmente si organizza con il concorso delle famiglie, nella sala parrocchiale più capiente. VITTORE DORO

 

Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO